Buongiorno ❤️

Troppi pensieri , diventano paranoie , e ci riempiono il cervello .
Troppe azioni sbagliate ci fanno poi saltare i rapporti … Ma poi di che cazzo di rapporti parliamo??
I rapporti che negli ultimi anni ho costruito sono crollati , perché convinta di non essere importante per nessuno , che la mia presenza nella vita degli altri fosse solo di passaggio . Già perché legarsi e voler bene a qualcuno di sicuro poi ti farà stare male .
Per anni sono rimasta attaccata a Quest idea di merda !
L'ultima conoscenza che ho avuto è saltata anche per questo, oltre che al fatto che caratteri di merda non possono andare D accordo per molto!
Togli questo! Riprendiamoci in mano la coscienza e ripartiamo per questo viaggio!
Buona giornata ❤️

Annunci

Silenzio

Il silenzio è qualcosa di talmente magico .
In quel momento riesci davvero a godere a pieno dei tuoi pensieri.
Tutto tace, la tua mente si libera . Ogni idea ha un significato diverso, che poi come ben sappiamo domani mattina sarà già cambiato. Ma intanto mi godo questo momento… Buio e silenzio …. Dualismo perfetto

Sentieri


Al fondo di sentieri ,che troviamo la luce, bisogna anche ammettere, che alla fine non sai mai cosa trovi, ma per restare immersa nel buio, preferisco rischiare e lasciarmi tutto alle spalle. Nella vita a volte devi provare l’impossibile, e anche se un pò di paura c’è, ho la certezza che ti guarderai indietro e sorriderai, perché per stare nel limbo preferisco l’inferno.

A chi verrà ho


Al prossimo che verrà, voglio sia chiaro che ho imparato a non accontentarmi più…. Che non mi basta un messaggino, una finta attenzione quando non ha nient altro da fare, vedermi giusto per svuotarsi i coglioni …

Al prossimo che verrà , voglio sia chiaro che dovrà corteggiarmi, farmi sentire importante , far sì che io stia bene.

Al Prossimo che verrà dico, che meglio è se tiene a mente che ho un passato , decisamente di merda, e che non regalo presenti rosei a nessuno , perché le cose belle vanno sudate, vanno guadagnate. 

Al prossimo che verrà voglio ricordare che lui è l'uomo e che da donna dovrà trattarmi.

Al prossimo che verrà vorrei ancora dire che non si dice ti voglio bene a qualcuno per non si sa quale cazzo di motivo , che poi le stronze come me ci credono (fino ad un certo punto!)e quando smettono di farlo si rifanno su quei poveri coglioni che incontrano lungo la vita , e che nessuna colpa in realtà poi hanno.

Al prossimo che verrà dico che dovrà stupirmi, non tanto a livello materiale, quanto a livello intellettivo….Sai perché ? Perché se scopi la mente di una donna hai ottenuto la sua fedeltà … e spiegalo a quei poveri uomini che, una donna, se vuole tradisce più velocemente …L'unica differenza è il senso di colpa , perché le donne quelle vere usano la mente, e ci ripensano a ciò che fanno , le altre si limitano ad usare la vagina, magari anche bene, ma di come si sentono gli altri poco sono interessate. 

Al prossimo che verrà dico che se te la do la prima sera è perché di te proprio poco mi interessa, sei sesso e basta … E non mi rivedrai mai più.

Al prossimo che verrà dico che ho deciso di restare sola, perché nessun uomo vale la voglia o il tempo di impegnarsi seriamente , perché alla prima occasione utile me lo butterà in culo senza pensarci un attimo in più.

Al prossimo che verrà dico già che non avrò tempo da dedicargli, perché il tempo lo dedico solo per cose e persone importanti! 

Buonanotte 

Il

sabato

uno pensa di lasciare le persone lì, in attesa di una chiamata, di un messaggio, di qualche assurdo segnale che rappresenti nella mente dell’altro qualcosa.

a volte però nella mente non c’è proprio nulla. anzi manca proprio la voglia di pensare a qualcosa di importante .

a forza di subire atteggiamenti che non ci appartengono, beh prendiamo le sembianze di quegli atteggiamenti, e ci rapportiamo a tutti, o quasi, in quella stessa maniera.

io ho smesso di aspettare, trovo mille altre cose da fare, e quando qualcuno che poteva prima interessarmi , mi invia un messaggio o una richiesta, beh ho già impegnato la mia giornata a fare altro, che beh un rifiuto è più che giustificato.

non mi piace chi elemosina amore, chi insegue il nulla. al primo rifiuto o scusa, ho già chiuso qualsiasi tipo di conoscenza.

la tolleranza si usa con le persone a cui si tiene davvero, con quelle persone che ci danno qualcosa che non sia solo un contentino saltuario.

alla mia età, di prese in giro ne ho avute in abbondanza, e ad oggi credo che un minimo di astuzia e diffidenza beh siano più che giustificata.

quindi a fronte di tutto ciò che ho vissuto, ho tirato su una corazza, che tutti i giorni fa si che io riesca a difendermi dagli stronzi con cui ho a che fare

Colline

Non ci sono a volte parole giuste per commentare immagini … Bisogna stare lì… In silenzio , godersi ciò che la visuale ci offre , ciò che gli occhi osservano… I colori , le forme, le luci , le ombre. Sviluppiamo il senso dell’udito , ascoltando il silenzio, mentre salivamo a Superga , abbiamo addirittura spento la radio , non per prestare attenzione alla strada, ma per godere quel silenzio così immenso… Il cantare degli uccelli, il brusio degli insetti, i passi delle persone che corrono su è giù per la collina. Un altro senso è L olfatto…. L odore di verde…. Cavolo! L odore dell erba è così buono ! E vabbè che poi magari trovi pure la puzza di cacca di mucca… Ma trovarsi nelle colline torinese e riuscire a perdersi( come spesso mi accade…) lascia un indelebile ricordo e una miracolosa buona sensazione ! 😍

Colori, ore

Quando mi sveglio, la prima cosa che cerco di capire è di che colore sarà il mondo in quella giornata..

Non tutti i giorni hanno uguale colore, ci saranno giorni rosa, giorni gialli, giorni verdi, giorni grigi e giorni neri, poi ci saranno altri mille giorni con altre sfumature.

Mi tiro su dal letto, mi trascino per prima cosa in bagno, poi accendo la caffettiera e mentre il caffè esce rifletto, cerco di sistemare tutti i miei pensieri, e a seconda di cosa devo fare sistemo un pò l’ambiente in cui vivo.

Quando a lavoro faccio mattino non ho tempo neppure di capire come mi chiamo. Alle 5,30 suona la sveglia e alle 6,15 sono fuori da casa, attraverso torino, ed è li che capisco il colore della mia giornata. 

Quando faccio pomeriggio, beh ho un pò più di tempo per dormire, e i colori affiorano mentre sono dentro casa . 

Poi ci sono le sveglie che suonano dopo che hai fatto la notte …quelle sono quelle mi danno ancora più tempo, in quelle giornate almeno d’estate ho proprio il tempo di vivere tutto con lentezza. Mi alzo dal letto con calma, mi guardo attorno, fuori dalla finestra ,e osservo il nulla di fronte a me, ma le miei orecchie ascoltano i rumori, i passi delle persone, le loro voci.

Il mio cervello si aziona con la velocità di un bradipo, ma mi godo tutta quella calma , e prendo la giornata un pò diversamente , anche perché so che da li al giorno dopo nessuno mi mette fretta.

L’unica pecca dei turni, è che comunque i giorni sono tutti un pò frenetici … 

i turni ti sballano, il tuo bioritmo cambia, cambia la percezione delle cose, delle ore, vivi la vita diversamente, senza orari fissi, senza nulla di fisso. Poi c’è chi ha i turni settimanali e ancora può organizzarsi, ci sono poi quelli che hanno i turni alla giornata, ecco quelli davvero sono quelli più massacrati…

mattino , poi pomeriggio, poi magari mattino più pomeriggio, poi magari mattino e notte, poi notte, e poi finalmente un riposo, ehm…ma mai sono stabili, cambiano sempre , magari vieni avvisato il giorno prima di un cambio, dovresti lavorare 7 ore e magari ne fai 14… 

Ecco a quel punto i colori cambiano, tutto diventa da rosa a nero, da giallo a grigio, a volte sono opache le tue giornate altre volte flourescenti, vorresti fermarti, chiudere gli occhi e riposare. non puoi . Devi andare avanti!

Che giornate!!