Colline

Non ci sono a volte parole giuste per commentare immagini … Bisogna stare lì… In silenzio , godersi ciò che la visuale ci offre , ciò che gli occhi osservano… I colori , le forme, le luci , le ombre. Sviluppiamo il senso dell’udito , ascoltando il silenzio, mentre salivamo a Superga , abbiamo addirittura spento la radio , non per prestare attenzione alla strada, ma per godere quel silenzio così immenso… Il cantare degli uccelli, il brusio degli insetti, i passi delle persone che corrono su è giù per la collina. Un altro senso è L olfatto…. L odore di verde…. Cavolo! L odore dell erba è così buono ! E vabbè che poi magari trovi pure la puzza di cacca di mucca… Ma trovarsi nelle colline torinese e riuscire a perdersi( come spesso mi accade…) lascia un indelebile ricordo e una miracolosa buona sensazione ! 😍

Annunci

Colori, ore

Quando mi sveglio, la prima cosa che cerco di capire è di che colore sarà il mondo in quella giornata..

Non tutti i giorni hanno uguale colore, ci saranno giorni rosa, giorni gialli, giorni verdi, giorni grigi e giorni neri, poi ci saranno altri mille giorni con altre sfumature.

Mi tiro su dal letto, mi trascino per prima cosa in bagno, poi accendo la caffettiera e mentre il caffè esce rifletto, cerco di sistemare tutti i miei pensieri, e a seconda di cosa devo fare sistemo un pò l’ambiente in cui vivo.

Quando a lavoro faccio mattino non ho tempo neppure di capire come mi chiamo. Alle 5,30 suona la sveglia e alle 6,15 sono fuori da casa, attraverso torino, ed è li che capisco il colore della mia giornata. 

Quando faccio pomeriggio, beh ho un pò più di tempo per dormire, e i colori affiorano mentre sono dentro casa . 

Poi ci sono le sveglie che suonano dopo che hai fatto la notte …quelle sono quelle mi danno ancora più tempo, in quelle giornate almeno d’estate ho proprio il tempo di vivere tutto con lentezza. Mi alzo dal letto con calma, mi guardo attorno, fuori dalla finestra ,e osservo il nulla di fronte a me, ma le miei orecchie ascoltano i rumori, i passi delle persone, le loro voci.

Il mio cervello si aziona con la velocità di un bradipo, ma mi godo tutta quella calma , e prendo la giornata un pò diversamente , anche perché so che da li al giorno dopo nessuno mi mette fretta.

L’unica pecca dei turni, è che comunque i giorni sono tutti un pò frenetici … 

i turni ti sballano, il tuo bioritmo cambia, cambia la percezione delle cose, delle ore, vivi la vita diversamente, senza orari fissi, senza nulla di fisso. Poi c’è chi ha i turni settimanali e ancora può organizzarsi, ci sono poi quelli che hanno i turni alla giornata, ecco quelli davvero sono quelli più massacrati…

mattino , poi pomeriggio, poi magari mattino più pomeriggio, poi magari mattino e notte, poi notte, e poi finalmente un riposo, ehm…ma mai sono stabili, cambiano sempre , magari vieni avvisato il giorno prima di un cambio, dovresti lavorare 7 ore e magari ne fai 14… 

Ecco a quel punto i colori cambiano, tutto diventa da rosa a nero, da giallo a grigio, a volte sono opache le tue giornate altre volte flourescenti, vorresti fermarti, chiudere gli occhi e riposare. non puoi . Devi andare avanti!

Che giornate!!

Adolescenti 

Avere due adolescenti in casa ti svela alcuni profondi segreti.

La vita da adolescenti, è così incosciente, così differente. Così libera da pensieri. E poi si arrabbiano per segreti svelati, e non hanno neppure così tanto torto.

Essere adolescenti è terribilmente complicato, e noi adulti ci troviamo a lottare con le loro idee. E poi ad oggi esistono sistemi che omettono la realtà . Insomma questi adolescenti , poco poco furbi ci fottono alla grande.

Ma a Loro prometto di non svelare come ingannano i genitori, non se lo meritano…. meritano di godersi la loro età, e come io ho fregato i miei, beh loro fregheranno noi….

Finti sorrisi

Mi hanno detto….Sorridi…. Fai finta anche! 

Gli altri devono crederti sempre felice e di buon umore … Tanto non gliene frega nulla…Anzi si compiacciono se sei arrabbiata… O peggio ancora triste 

Sorridi!!! 

Birra

Non so quanti gradi ci siano fuori, ma fa decisamente caldo, per i miei gusti troppo.

Come troppi sono i momenti in cui perdo la pazienza. 

E non avrei voglia di niente e nessuno, e così letto e birra, sola ovviamente, credo che questa sia una gran bella abitudine, ma non ne vengo più fuori, maledetta solitudine!

Anche se so anche io che mai sono sola…e quindi se ogni tanto stacco da tutto e tutti è davvero per ritrovare ciò che ho perso.

E poi mi accorgo che nessuno , stimola neppure un pò la mia voglia di fare qualcosa. 

Ho teso le mie mani, ho cercato di spendere parole, trasmettere la mia positività, ma la gente sta bene nella sua merda, e io non posso sprecare energie, anche perché i segni sul volto poi restano a me, stanchezza, delusioni, lacrime, perché la sfortuna vuole che io sia sensibile, e che alle storie degli altri mi ci appassioni, e ci stia male per loro, ma loro non fanno nulla per sfruttare l’energia che posso dare,

Alla gente piace stare male.

Bene apro una birra ….. notte

Canzoni…

Stamani è una di quelle mattinate in cui ho mille cose da fare, e mille pensieri e preoccupazioni che già mi invadono la testa.

Possibile vivere sempre così? avrei biosgno di 50 ore in una giornata, e forse neppure quelle mi basterebbero. 

mi fa ridere quando arrivo a fine giornata, e mi sono dimenticata qualcosa. Penso sia normale amministrazione. 

beh sono le 10.15…caffe e sigaretta, e poi inizio. i miei giorni di riposo sono questi, corri, vai e fai! 

una cosa positiva però adesso finalmente c’è , la notte riesco a riposare, il mal di testa un pò si è attenuato, e i miei pensieri sono leggermente più sereni. 

posso dire di stare meglio.

stamani la mia giornata inizia con questa canzone….

buon venerdì

Dipendenze

Siamo dipendenti da mille cose, non riusciamo proprio a fare a meno di determinate cose, determinate persone, determinati cibi determinati momenti. Ognuno di noi consapevolmente o no dipende da qualcosa. 

Il rituale al mattino… caffè e sigaretta non è una dipendenza?

Poi c’è chi tutti i giorni deve sentire necessariamente qualcuno, anche quella è una dipendenza.

Dopo il pranzo mangiare un dolce, e poi lagnarsi che si è grassi…

Andare a dormire e farsi prima una tisana…

Ecco forse confondiamo dipendenze con abitudini, buone o cattivi che siano, i rituali che giornalmente svolgiamo.